Carrello 0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale Prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

THOVARA

1,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello

Spese di spedizione: gratis
Consegna prevista entro Lunedì 20/08

SKU BIOCH420

CANTINA:
ZONA:
TERRENO:
CONSUMO IDEALE:
VITIGNO:
ALCOL:
VINIFICAZIONE:
AROMI:
IDEALE CON:
BOTTIGLIE PRODOTTE:
​​​​​​​GIUDIZIO BIOCHAMPAGNE:
VENETO BIANCO PASSITO IGT “THOVARA” 2013 -
PIOVENE PORTO GODI (0.5L): PERCHÉ CI PIACE

E’ un passito di grande eleganza, che coniuga una soave dolcezza con una freschezza
vivace e piacevole. E’ ottenuto dalle uve appassite di sauvignon blanc e garganega,
fatte riposare separatamente in piccole cassette. Una volta che gli acini si sono
disidratati e gli aromi concentrati, si avvia la lenta fermentazione in vasche d’acciaio alla
temperatura controllata di 18 °C. Il vino matura poi in legno per un periodo di 15-18
mesi.

NOTE DI DEGUSTAZIONE

Colore giallo ambrato. Al naso ha un affascinante e suadente bouquet con aromi di frutta
candita, frutta secca, sentori di fico, miele d’acacia, albicocche e mandorle. Al palato è
avvolgente e vellutato, la morbida dolcezza è ben equilibrata dall’acidità.
ABBINAMENTI

Il Veneto Bianco Passito IGT “Thovara” 2011 di Piovene Porto Godi si abbina molto
bene con pasticceria secca o con un tagliere di formaggi erborinati.
● Denominazione: ​Veneto IGT
● Vitigni: ​sauvignon, garganega
● Alcol: ​14%
● Formato: ​0.5l
● Consumo ideale: ​2015/2027
● Temperatura di servizio: ​12/14 °C
● Abbinamenti: ​formaggi erborinati , pasticceria secca
● Momento per degustarlo: ​dopocena
● Giudizio di Tannico: ​8/10
​​​​​​​
Ogni storia ha un suo inizio. Per i vini della casa Alessandro Piovene Porto Godi la
memoria corre talmente lontano nel tempo che ha bisogno di un testimone: una mappa
del 1584. Qui si può vedere l’impronta di quella che oggi è l’azienda agricola, in una
pianta della casa circondata dal cortile. Tutto intorno viti e alberi da frutto, come racconta
un documento degli stessi anni.
Proprietario era allora Flavio Barbarano, che per discendenza diretta arriva fino agli
attuali proprietari. Negli anni solo il suo cognome si è estinto per lasciare spazio prima a
Conti e poi all’attuale Piovene Porto Godi. Alessandro, che dà il nome all’azienda, è
padre di Mariantonio e Tomaso, gli attuali proprietari. Con loro i figli Emanuele,
Alessandra, Giovanni, Filippo, Chiara.
Una famiglia indigena di viticoltori e un patrimonio di sapienza generata in decenni di
lavoro in vigna. Un passaggio di padre in figlio che ha coinvolto anche le persone che
lavorano con la famiglia Piovene: oggi in cantina e ad occuparsi delle viti, infatti, hanno
ereditato il lavoro nipoti e figli dei dipendenti stessi.
Il vino di una famiglia, ma anche il vino di un paese. La gente della zona sceglie ancora
oggi il vino sfuso della cantina, come era da tradizione commercializzarlo qualche anno
fa. Tradizione che non si è persa ma che si accompagna oggi a bottiglie importanti.
Oggi Piovene Porto Godi è un punto di riferimento per chi cerca vini di alta qualità.
Come testimoniano i numerosi premi e riconoscimenti ricevuti.
Scopri di più