Carrello 0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale Prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

VIGNETO FOSTINE

1,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello

Spese di spedizione: gratis
Consegna prevista entro Lunedì 20/08

SKU BIOCH421

CANTINA:
ZONA:
TERRENO:
CONSUMO IDEALE:
VITIGNO:
ALCOL:
VINIFICAZIONE:
AROMI:
IDEALE CON:
BOTTIGLIE PRODOTTE:
​​​​​​​GIUDIZIO BIOCHAMPAGNE:
COLLI BERICI SAUVIGNON VIGNETO FOSTINE
DOC 2016 - PIOVENE PORTO GODI: PERCHÉ CI
PIACE

Il sauvignon blanc è stato introdotto nella zona dei Colli Berici nel primi anni ’50 e si è
subito adattato ai versanti più freschi e meno esposti al sole. Il vigneto Fostine è
composto principalmente dal clone R3 e in misura minore da cloni vari di origine
francese. I terreni sono di natura calcarea e le esposizioni a sud-est. La vendemmia di
solito viene fatta verso fine agosto, la fermentazione avviene in vasche d’acciaio alla
temperatura controllata di 16-18 °C. Il vino matura alcuni mesi in acciaio e dopo
l’imbottigliamento, continua l’affinamento in cantina prima di essere messo in
commercio.
NOTE DI DEGUSTAZIONE
Colore giallo paglierino con riflessi verdolini. Ha un profumo intenso con sentori di salvia,
erbe officinali e note fruttate di pesca, albicocca e agrumi. In bocca denota una piacevole
freschezza, accompagnata da morbidi aromi fruttati. Il finale esprime nitide note minerali.
ABBINAMENTI
Il Colli Berici Sauvignon Vigneto Fostine DOC di Piovene Porto Godi si abbina molto bene
con crostacei, sia crudi che cotti e con secondi piatti di pesce al forno.
● Denominazione: ​Colli Berici DOC
● Vitigni: ​sauvignon blanc 100%
● Alcol: ​13%
● Formato: ​0.75l
● Consumo ideale: ​2017/2020
● Temperatura di servizio: ​8/10 °C
● Abbinamenti: ​crostacei , secondi di pesce
● Momento per degustarlo: ​cena tra amici
● Giudizio di Tannico: ​8/10
​​​​​​​
Ogni storia ha un suo inizio. Per i vini della casa Alessandro Piovene Porto Godi la
memoria corre talmente lontano nel tempo che ha bisogno di un testimone: una mappa
del 1584. Qui si può vedere l’impronta di quella che oggi è l’azienda agricola, in una
pianta della casa circondata dal cortile. Tutto intorno viti e alberi da frutto, come racconta
un documento degli stessi anni.
Proprietario era allora Flavio Barbarano, che per discendenza diretta arriva fino agli
attuali proprietari. Negli anni solo il suo cognome si è estinto per lasciare spazio prima a
Conti e poi all’attuale Piovene Porto Godi. Alessandro, che dà il nome all’azienda, è
padre di Mariantonio e Tomaso, gli attuali proprietari. Con loro i figli Emanuele,
Alessandra, Giovanni, Filippo, Chiara.
Una famiglia indigena di viticoltori e un patrimonio di sapienza generata in decenni di
lavoro in vigna. Un passaggio di padre in figlio che ha coinvolto anche le persone che
lavorano con la famiglia Piovene: oggi in cantina e ad occuparsi delle viti, infatti, hanno
ereditato il lavoro nipoti e figli dei dipendenti stessi.
Il vino di una famiglia, ma anche il vino di un paese. La gente della zona sceglie ancora
oggi il vino sfuso della cantina, come era da tradizione commercializzarlo qualche anno
fa. Tradizione che non si è persa ma che si accompagna oggi a bottiglie importanti.
Oggi Piovene Porto Godi è un punto di riferimento per chi cerca vini di alta qualità.
Come testimoniano i numerosi premi e riconoscimenti ricevuti.
Scopri di più